lunedì 6 maggio 2013

Valle dei Mocheni, "Sponziole" (Morchella Esculenta).

Klich sull'immagine per ingrandire.
Spugnola o morchella esculenta, comunemente detta “sponziola” cresce su terreni molto umidi ai margini dei prati, sotto le latifoglie nel sottobosco e nell’erba da marzo a giugno.
Variano per colore a volte la spugna che sovrasta il gambo e marrone scuro a volte marroncino chiaro ed in alcuni casi perfino bianco grigiastra.
Fungo dal sapore molto intenso a tal punto che per un ottimo risotto (vedi ricetta) ne bastano solo alcuni esemplari; da consumarsi esclusivamente fresco.

Risotto con le sponziole
(per 4 persone)
4 o 5 sponziole, riso q.b., uno spicchio aglio, 1 tazza di brodo, mezzo bicchiere vino bianco, sale, grana, prezzemolo.  
Lavate, curate e tagliate i funghi avendo cura di eliminare buona parte del gambo della sponziola, in quanto, a fine cottura, potrebbe risultare ancora piuttosto legnoso. 
Tagliate finemente uno spicchio d’aglio e mettetelo a soffriggere con i funghi per pochi minuti a fuoco medio - basso. Aggiungete il riso, tostatelo per un paio di minuti quindi versate il vino e fate evaporare a fuoco allegro; infine mettete il brodo e iniziate la cottura.
A fine cottura aggiungete una noce di burro ed un pizzico di prezzemolo, mantecate il riso in padella per qualche istante, quindi, servite con una spruzzata di grana grattugiato.  

Immagini di Margon Maria scattate domenica 5 maggio 2013