lunedì 4 novembre 2013

Il pino cirmolo (2/5) WaldKiefer

Il legno di cirmolo è molto ricercato per le sue particolari caratteristiche.
Innanzi tutto il profumo che emana detto “balsamo dei carpazi” è dovuto alla forte presenza di olii essenziali e resine nei micro canali resiniferi del legno.  
Proprio per questa ragione veniva e viene utilizzato “al naturale” (senza finitura di vernice) nella realizzazione di mobili e nei rivestimenti delle stube in quanto, oltre  ad essere profumato è molto restio ad essere attaccato da tarli e insetti.
Vista la facile lavorabilità viene utilizzato per intarsi e sculture e via discorrendo ma oltre a questi impieghi ha indubbiamente altre qualità che potremmo definire terapeutiche.
Da uno  studio fatto su persone che riposano o trascorrono del tempo in stanze arredate o rivestite con del cirmolo si è riscontrato un sensibile aumento del senso generale di benessere psico-fisico, grazie ad una miglior qualità del sonno data da una frequenza cardiaca ridotta e regolare. Nei ragazzi si è accertato un aumento della capacità di concentrazione durante lo studio e infine, ha effetti positivi per coloro che soffrono di allergie.
Nelle praterie alpine battute dal vento il cirmolo cresce molto lentamente, per lui il trascorrere del tempo non rappresenta un problema anzi. Da piccolo arbusto nato fra le rocce può arrivare ai 25 metri di altezza e svettare nel cielo fino a mille anni, come a voler quasi prendersi gioco del tempo.