lunedì 25 maggio 2015

“Steccato Mocheno”

Quella dello steccato è una cultura rurale alpina che sta cadendo inesorabilmente in disuso, vuoi per la mutata condizione sociale della popolazione o per il semplice fatto che questi manufatti, limitatamente intorno ai masi, sono stati soppiantati da prodotti industriali moderni tutti più o meno simili e senz’anima.
Lo ”steccato Mocheno” vanta un particolare sistema di costruzione che non è riscontrabile in nessun altro luogo sulle alpi; non viene neanche citato nel libro “Recinzioni tradizionali in Trentino” edito dalla PAT e meravigliosamente scritto da Giovanni Giovannini e Priscia Giovannini.


Nella sostanza il vecchio steccato tipico della Valle dei Mocheni è formato da robusti piantoni rotondi di larice posti in opera a distanza +/- di tre metri; due a volte tre traverse con uno spessore di circa 10/15 cm, ricavate da un taglio per lungo di una pianta adatta alla quale, veniva “scavata via” la parte centrale con un accetta o sgorbia. Le traverse erano fissate con dei chiodi di legno in Maggio Ciondolo a forma quadrata ed infilate a forza in fori dalla forma rotonda inclinati verso il basso di circa 45 gradi.

martedì 12 maggio 2015

Valle dei Mocheni, camper trekking e mountain bike!

Logo dello Scalzehof
L’agritur Scalzerhof a Palù del Fersina propone, a tutti i camperisti che vogliono visitare la Valle dei Mocheni (Bersntol, Fersental), un’area con 13 piazzole attrezzate per la sosta di camper e caravan (*1). La nostra offerta intende incontrare gli appassionati camperisti ma non solo!
Camper e MTB - siamo nel paradiso degli appassionati di mountain bike, la nostra valle vi offre  molti percorsi (*2) per ogni difficoltà. Da un escursione di poche ore a vere e proprie traversate vallive con tracciati ad anello.
Camper e trekking alpino - la Valle dei Mocheni, o valle del Fersina è la porta ovest del Lagorai. (la più estesa area alpina che vanta il minor numero di insediamenti urbani) Da qui passa il sentiero E5 Europeo, da qui si sale verso il bellissimo lago Erdemolo e volendo possiamo fare la traversata verso il rifugio Sette Selle. Da qui possiamo intraprendere un percorso leggendario di 16 km il Sentiero della Memoria (cima Panarotta – passo Val Mattio) attraverso la linea difensiva del fronte Austro-Ungarico totalmente restaurata nel 2006.

(*1) ADS – area di sosta – AA – area attrezzata.
Ogni piazzola dispone di: 
colonnina attacco acqua – luce, illuminazione notturna – vuotatoio.

(*2) Quasi tutti i percorsi sono tracciati su strade forestali tipo A e B chiuse al traffico, salvo autorizzati. Per cartine turistiche locali e info in genere rivolgersi a bauernhof Andrea presso l'agritur Scalzerhof.

lunedì 4 maggio 2015

Perché vado in montagna? Warum muss ich in die Berge?

In questi luoghi silenziosi quasi immutabili le leggi che altri ci impongono nella vita di tutti i giorni assumo un aspetto ridicolo quasi insignificante. Mentre saliamo lentamente un passo dopo l’altro, il nostro sguardo inizia ad abbracciare un panorama così vasto al quale non siamo proprio abituati.
Un immagine che colpisce mente e ragione, a tal punto che nei nostri più nascosti pensieri ci sembra di iniziare a comprendere gli equilibri che dovrebbero governare “esseri umani e mondo”.
E’ solo una prima debole vibrazione ma non si ferma anzi, dilaga prepotente dentro di noi; e più si alza lo sguardo verso il cielo più una strana voglia di non so che cosa si impadronisce pian piano del nostro corpo fino ad esploderci nella mente.
Ecco, adesso siamo …roccia, … siamo vento, sole … siamo montagna. 
Bauernhof Andrea.


In diesen stillen Orten fast unveränderlichen Gesetze, die anderen aufzuzwingen uns in das Leben eines jeden Tages werde ich einen Blick lächerlich nahezu unbedeutend. Wie wir klettern langsam einen Schritt nach dem anderen, die Augen beginnen, eine Landschaft so groß, auf die wir nicht genau verwendet umarmen.
Ein Bild, das den Geist und die Vernunft betrifft, bis zu dem Punkt, der in unseren geheimsten Gedanken scheinen wir damit beginnen, die Balance, die regeln sollen verstehen "Menschen und die Welt."
Es ist nur eine erste schwache Vibrationen, aber nicht in der Tat aufhören, zügellos herrschsüchtig in uns; und je mehr man sich in den Himmel über einem seltsamen Wunsch, nicht wissen, was es zu halten langsam in unserem Körper, bis esploderci im Auge.
Nun, jetzt sind wir ... rock ... wir Wind, Sonne ... Wir Berg.
Bauernhof Andrea.